mercoledì 28 settembre 2016

QUELLI CHE ASPETTANO I VOLI DA TARANTO


Mentre a Bari e Brindisi, non manca giorno che non s'annuncino nuove rotte; ultime: Liverpool e Manchester, senza gare e senza bandi. Acchiappa-tutto Ryanair (85 milioni di € serviranno pur a qualcosa).


Mentre a Pisticci (pista Mattei) si comincia con i voli religiosi che faranno da apripista ai voli di questa estate.

AEROPORTO PISTICCI: DOMANI PRIMO VOLO SPERIMENTALE PER MEDJUGORJE
Dall’aeroporto Enrico Mattei di Pisticci parte domani giovedì 29 settembre (ore 10,30) il primo volo sperimentale. Winfly, società di gestione della struttura aeroportuale e compagnia aerea, metterà a disposizione degli ospiti del Centro A.I.A.S. di Melfi un volo che da Pisticci li condurrà a Medjugorje (aeroporto Mostar) con ritorno nel pomeriggio di venerdì 30 settembre. L’aereo impiegato è il Mu Mitsubishi 300 della flotta Winfly.
Si avviano così i voli sperimentali dall'aeroporto della ValBasento, in particolare quelli riguardanti il turismo religioso, dimostrando le potenzialità della struttura per ogni esigenza di mobilità aerea, oltre che di hub per servizi (eliambulanza, antincendio, protezione civile, monitoraggio ambientale, ecc.).
Con il volo di domani, dopo quelli panoramici su Matera e Maratea di quest’estate, si intende testimoniare l’impegno condiviso tra Winfly, Assessore Regionale alle Infrastrutture Benedetto affinché sia possibile garantire la piena operatività dell’unico aeroporto regionale.
A Taranto invece, bisogna prima:
  • creare il collegamento porto-aeroporto;
  • creare il collegamento con la ferrovia;
  • terminare la Tangenziale sud Taranto-Avetrana;
  • creare gli svincoli ai confini aeroportuali (12 milioni € già stanziati 6 anni fa e poi rimangiati dalla regione Puglia);
  • indire bandi che fanno ...invidia alla tela di Penelope.
E' appunto un'Odissea; solo dopo che saranno soddisfatti i punti sopra elencati (magari in corso d'opera se ne aggiungeranno degli altri), allora, solo allora l'Aeroporto di Taranto potrà decollare.
Questo grazie ai saccenti e ai tuttologi tarantini, ne abbiamo in quantità industriali.
E intanto continuiamo a farci prendere in giro dal governatore Emiliano che non manca occasione per annunciare il bando/tela di Penelope.

venerdì 16 settembre 2016

Ali aMare - ARRIVANO LE NAVI DA CROCIERA

Conferenza stampa Ali sul Mare

Ogni iniziativa a Taranto è la benvenuta; bene quindi il ritorno degli idrovolanti ma, nessuna attinenza o rilevanza con Aeroporto Taranto.


Le parole del sindaco poi, non lasciano presagire nulla di buono. Scrive sull'evento Maddalena Orlando: "Il sindaco, Ippazio Stefano, trova il mezzo intelligente e sicuro e, visto che il presidente della Regione Puglia ha dichiarato che se il Comune trova le compagnie aeree, i voli da Grottaglie otterranno il beneplacito di Emiliano, il primo cittadino individua nell'idrovolante un mezzo di supporto ad imprenditori e turisti. Ma va anche oltre, pensando ai tanti mussulmani che, ogni anno, dai paesi del nord Europa, si recano a La Mecca e potrebbero trovare utile uno scalo jonico. E’ il caso di dire che è davvero un bel volo pindarico, magari più concreto quello di essere utile ad imprenditori che, nel prossimo futuro dovranno impegnarsi per la ricostruzione dei paesi mediorientali distrutti dalle guerre".
Se davvero dobbiamo aspettare che Stefano, trovi le compagnie per i voli a Taranto: stiamo freschi!
Anche perchè non spetta al sindaco trovare le compagnie (spetta ad AdP e a gente che viene pagata anche 320 mila € all'anno da 10 anni), e perchè non è capace.
Come non ricordare la risposta che attendiamo ancora dal sindaco fin dal febbraio 2011 per la costituzione del consorzio "Le rotte del Sole", pare per un ...problema sull'art. 15 (non prevedeva nessun posto politico nel C.d.A).

dalla Gazzetta del Mezzogiorno
Molto più interessante il convegno tenuto al Castello Aragonese "Ionian Shipping Days", dove tra l'altro, si è parlato dell'arrivo al porto di Taranto della compagnia Tompson Cruises leader nel traffico crocieristico del nordil presidente dello Ionian, Rinaldi ha specificato: "...che sin dalla primavera del 2017 si potrebbero avere, nei giorni in cui sono previsti gli scali crocieristici a Taranto, circa 1.500 – 2.000 turisti al giorno. La Tompson Cruises farà sette scali a Taranto durante la stagione estiva del 2017. Sono stati inoltre firmati accordi, sempre in ottica 2017, con altre società crocieristiche con scafi di media e piccola dimensione".
Oltre che al presidente Rinaldi, confidiamo anche nell'interessamento del vice presidente dott. Arcangelo Santamato.
dott. Arcangelo Santamato
Anche il presidente Enzo Cesareo, pare si sia speso per una riattivazione di Aeroporto di Taranto, dicendosi sconcertato per la prolungata chiusura.
Ci sentiamo di dire al presidente Cesareo, che ci vorrebbe maggior ...intraprendenza e sbattere i pugni sui tavoli che contano.



il presidente Enzo Cesareo
Concludiamo dicendo che l'arrivo della Tompson Cruises potrà essere positivo per Aeroporto di Taranto solo se si prevederanno dei voli charter dall'Europa del nord per l'imbarco dal porto di Taranto.
Di questo parlammo nel nostro incontro col presidente Sergio Prete nel lontano 2011, forse comincia ad intravedersi qualche spiraglio.
da PugliaPress di Francesco Ruggieri foto di Beatrice Lucarella