venerdì 15 aprile 2011

Volo Taranto-Roma Fiumicino

video
Notizia data in diretta dal direttore W. BALDACCONI in collegamento con Presidente FLORIDO.
I soldi ci sono, facciamo un passo indietro e precisamente al 26/11/2010, Consiglio Comunale a Grottaglie, presenti: l'ass. reg. MINEERVINI, l'ing. DI PAOLA e l'ex ass. ALBISINNI, che chiede a DI PAOLA che fine hanno fatto i 5 milioni di € che la CEE aveva messo a disposizione di Taranto (per i voli per Roma e Milano) fin dal 2007.
Questo è un sunto del Consiglio Comunale:
Ing. DI PAOLA - Aeroporti di Puglia
Ed io apro l'aeroporto per uno?

Interviene il Consigliere Giuseppe Santoro fuori microfono
Voi non aprite l'aeroporto per un volo charter e lo aprite per il Motor Show della Ferrari? Ma ci state prendendo in giro?
Ing. DI PAOLA - Aeroporti di Puglia
possiamo dare anche degli aiuti, come li stiamo dando a Bari, in forma diversa. Ma sono aiuti di marketing, cioè chiunque si affaccia e chiede questi tipi di aiuto che non sono sottoposti a quelle regole scoraggianti dell'Unione Europea deve sapere che sono aiuti di circa 7, 8 euro a passeggero trasportato.

Mimmo DE PADOVA - Movimento Aeroporto Taranto
Ing. DI PAOLA domani vorrei fare un volo cargo, mi dice l'operatore cargo che opera su Grottaglie?

Ing. DI PAOLA - Aeroporti di Puglia
Lei sa perché non abbiamo nulla di quello che dice lei? Perché il cargo non lo fa l'aeroporto, non lo Malpensa, non lo fa Fiumicino, lo fanno gli operatori.
(dal 2007 non è mai stato fatto un bando per operatori cargo)

Mimmo DE PADOVA - Movimento Aeroporto Taranto
Ing. lo sa che ho dovuto scrivere alla Forestale, per lo sfalcio dell'erba e la potatura degli alberi?

Ing. DI PAOLA - Aeroporti di Puglia
La ringrazio per aver scritto alla Forestale. Guardi, io le dico questo: ripeto, io vorrei se fosse possibile, io sono contrario a questa forma di discussione, perché poi, sai, la politica la creiamo anche noi, i politici rappresentano noi tutti. Magari non lei, però sono lo specchio della società, lo mi permetto di dire e voglio cogliere l'occasione in cui, questa sera, forse una parte più tecnica si incontra con una parte più politica e con una parte pubblica, a me non piacciono queste discussione così accese, lo sono qui, torno, lavoriamo, approfondiamo le questioni. Vediamo di trovare un metodo nuovo, lo più che dare la mia disponibilità, credo, testimoniata non solo dal fatto che sono qui, lo voglio continuare a discutere, a dare il mio contributo a questo comune ed a questo territorio. Sono a vostra disposizione. Non mi chiedere di far cose che non posso fare, e che sono più grandi di me.

Assessore ALBISINNI - Provincia di Taranto
Io mi permetto solo, sempre, di ricordarle e che lei ha detto (l'ho scritto): che questi noti 4.700.000 euro al di fuori dei 7, 8, 9 euro a passeggero potranno, eventualmente, essere rimessi per Grottaglie. Giusto? È una domanda o è sì o è no?

Ing. DI PAOLA - Aeroporti di Puglia
Ne mettiamo 10. Perché io oltre a mettere...
il bar con un milione di passeggeri si regge. Con 500 mila passeggeri, con 300 mila passeggeri...

Assessore ALBISINNI - Provincia di Taranto
Allora, fa politica e non il tecnico, mi scusi, abbi pazienza. Ma questo non può e non deve, a mio avviso, escludere tutte le sinergie che con l'aeroporto di Grottaglie si possono avere, si parlava dei tour operator, se il pacchetto del tour operator si diceva, non può atterrare, quindi, la mia domanda è (voglio essere convinto): che laddove alla compagnia aerea si dica: siamo disposti a venirti incontro perché apriamo il cassetto. parleremo con l'ENAC, inviteremo le compagnie aeree, voglio essere convinto che le compagnie di fronte ad un contesto importante di un aeroporto che ha a disposizione per loro i volgari quattrini anche in importi rilevanti, come lei cortesemente ha detto, voglio essere convinto che ce la possiamo fare. Questa è una sfida che dobbiamo fare tutti insieme, per Taranto, perché la gente di Taranto, di Grottaglie e di tutto il territorio lo merita. Perché è stata - e me ne assumo la responsabilità - cancellata, offesa e sono per questo indignato, perdonatemi, ma sono proprio incazzato da tarantino, nato a Roma, che per 42 anni è stato a Roma e sono tornato a Taranto senza identità e senza orgoglio. La Provincia di Taranto sta facendo di tutto in questa, che abbiamo chiamato stagione di nuova consapevolezza, proprio per trovare una sua identità. Ed ha creato il marchio Terra Ionica unica proprio perché, finalmente, ha una sua identità. Identità che vuol dire, appunto, tutta la nostra storia, le nostre tradizioni, la nostra cultura. In questo l'aeroporto di Grottaglie è un elemento importante per i voli civili, poi vedremo quali, e per i voli charter per tutti i turisti e per tutti quelli che possono venire qui, nel nostro territorio. onestamente io non posso venire da Roma dove sono dal 1963, faccio lì l'avvocato da 42 anni, ogni volta con la mia macchina perché non ho un aereo e devo andare a Brindisi. Perché devo andare a Brindisi e non a Grottaglie? Per quale motivo? Non c'è un treno, non c'è un vagone letto, non c'è niente. Perché? Perché Taranto è stata umiliata, cancellata, adesso finalmente dobbiamo dire basta a questo e contiamo anche su di lei perché, così come è stato a Brindisi, così come è stato a Lecce, finalmente anche Taranto deve conquistare, essere considerata da tutti al di là dei fattori tecnici, andare a monte, aprire il cassetto e tirare fuori i quattrini, lo sono convinto che ce la facciamo Ingegnere.
Ing. DI PAOLA - Aeroporti di Puglia
L'intervento dell'Assessore è stato bello, per cui non voglio aggiungere altro. io vivo una situazione simile a Foggia. Cioè Foggia per quanto ha avuto uno sviluppo passeggeri di un certo tipo, ha sofferto l'Alenia qui, perché la volevano a Foggia; ha sofferto il fatto degli altri aeroporti, lo da anni cerco di farmi carico delle doglianze, dei problemi dei territori e di dare soluzioni alle risposte che riesco a dare. Quindi, ancora di più sono a vostra disposizione. Vi chiedo perdono se mi allontano adesso, anche per dare più spazio ad un discorso più politico. Grazie.

Voci in aula
noi pretendiamo che l'aeroporto si debba aprire al traffico civile. Quindi, il tavolo tecnico, i soldi se non ci sono si trovano. Sentivo prima, dietro, che qualcuno diceva che il maggior azionista, uno dei maggiori azionisti era la Camera di Commercio di Taranto. Ecco perché è vergognoso che i politici e gli imprenditori locali...
Consigliere MIRELLI
I sottoscritti Consiglieri Comunali, approvano il seguente ordine del giorno ed in particolare: l'aeroporto di Grottaglie è registrato come aeroporto civile nazionale e comunitario.
La società pubblica Aeroporti Puglia ha la concessione sull'aeroporto di Taranto, la destinazione cargo non preclude l'utilizzo anche per i voli di linea. L'aeroporto di Grottaglie vanta la pista più grande di Puglia, l'unica adatta a velivoli di grandi dimensioni con i suoi 3,2 chilometri di lunghezza.
L'area ionico-salentina con l'intero hinterland calabro-lucano non dispone di voli di linea nonostante un bacino di utenza di 700 mila passeggeri. Ed è per tali motivi che lo stesso Consiglio Comunale chiede:
1)       che le autorità competenti e la Regione Puglia socio di maggioranza facciano pressioni su Aeroporti di Puglia;
2)    che Aeroporti Puglia renda fruibile da subito l'aeroporto di Taranto - Grottaglie;
3)    Aeroporti Puglia promuova ogni azione utile ad attivare vettori italiani o comunitari;
4)    L'aeroporto debba poter funzionare regolarmente così come avviene per gli altri aeroporti di Puglia;
5)       Di istituire un tavolo tecnico per trovare una compagnia che possa utilizzare l'aeroporto di Grottaglie.
Lo stesso Consiglio Comunale delibera di dare pubblicità al presente deliberato con l'affissione dei manifesti sia a Grottaglie, sia a Taranto.
lo credo che non ci sia, assolutamente, nulla di peregrino, in queste richieste. Ed è, come suol dirsi, puntare il dito o meglio mettere il dito nella piaga. Ci ha visto condividere, praticamente stasera, veramente, abbiamo volato alto, forse sarà il tema, quindi, per volare alto, credo che anche questo ordine del giorno se viene approvato con la unanimità ed alla presenza di tutti, sarà anche questo un segno della nostra volontà di risolvere il problema e di farlo risolvere anche agli altri.
tranquillamente votarlo direttamente. Nomino scrutatori: Chiara Anastasia, Maurizio Stefani e Antonio Santoro. Pongo in votazione, così come è stato letto il documento sottoscritto da tutti i Consiglieri Comunali presenti e così come letto dal Consigliere Mirelli ed integrato con l'indicazione
del Consigliere Annicchiarico.
Non essendoci ulteriori richieste di intervento, il sig. Presidente pone in votazione palese, per alzata di mano, l'argomento in oggetto segnato, che viene approvato.
PRESIDENTE
Il punto all'ordine del giorno è approvato. Ringrazio tutti i partecipanti al proficuo lavoro che, comunque, credo si sia fatto questa sera. Un passo avanti, un tassello in più, forse, l'abbiamo aggiunto.

Nessun commento:

Posta un commento

chi lascia un commento si assume la responsabilità di quello che scrive.