martedì 30 aprile 2013

CARGO SOLISSAMENTE CARGO!

Corriere del Mezzogiorno del 29/04/2013

Cambiano i personaggi e gli attori ma i risultati sono sempre gli stessi. Non parlo solo del cambiamento ai vertici di Aeroporti di Puglia. Recentemente è stato sostituito l’ing. Domenico Di Paola con Giuseppe Acierno, ma il risultato è sempre lo stesso. Le disposizioni e le consegne devono sempre essere rispettate: Taranto non deve volare, i cittadini di Taranto devono continuare il pellegrinaggio a Bari e Brindisi, nonostante ( ce lo ricorda Acierno) siano stati spesi € 300 milioni, che servono solo per Alenia-Finmeccanica e Boeing che effettua 5-6 voli al mese. Si conferma, dunque, che Taranto e i tarantini devono solo sacrificarsi, devono continuare a svenarsi per poter raggiungere gli aeroporti di Bari e Brindisi e, soprattutto grazie a loro “…alla loro virtuosa gestione” – afferma Acierno – che Foggia e Grottaglie possono continuare a vivere.
Una serie di affermazioni che non vengono smentite e tacitate da nessuno. Paiono tutti narcotizzati, a partire dai vertici nazionali, regionali e locali. Parlo dei politici, degli amministratori e delle istituzioni che continuano a subire questo “totem” rappresentato dal “Piano Regionale Trasporti” che è: ILLEGALE!!!!
Nella recente assemblea (approvazione del bilancio di Aeroporti di Puglia), il 2° azionista, rappresentato dal presidente della CCIAA di Taranto, l’ing. Luigi Sportelli ha messo a verbale tutte le manchevolezze di Aeroporti di Puglia, soprattutto nei confronti di Taranto. Veri e propri affronti e abusi avallati da troppi che hanno chiuso non uno ma entrambi gli occhi.  Ma pare che nulla sia stato intaccato e tutto continua cosi come è sempre stato: Foggia che vive nella possibilità di poter riprendere a volare, ma a patto che si allunghi la pista di 250 metri (costo € 15 milioni); Taranto solo cargo, fortissimamente cargo.
Ancora una volta facciamo appello alla Magistratura, alla Guardia di Finanza, alla Digos, al procuratore capo dott. Gianni Sebastio, al p.m. dott. Maurizio Carbone, affinchè accertino la verità e riportino la legalità e facciano cessare gli abusi.
Un ultimo accenno al governatore Nichi Vendola, pronto a sbraitare e a denunciare gli inciuci a livello nazionale, come definire il suo comportamento nei confronti di Taranto, sia per la questione ambientale sia per le promesse mai mantenute!!!!?????
Antonio Albanese dove sei?




Nessun commento:

Posta un commento

chi lascia un commento si assume la responsabilità di quello che scrive.