giovedì 29 dicembre 2011

BILANCIO REGIONALE PUGLIESE

foto di repertorio: 29/01/2011 Comune di Taranto
Alla Regione Puglia sta per essere approvato il bilancio di previsione, e proprio ieri Arnaldo SALA decideva di dare alla stampa, la seguente dichiarazione:

«Guglielmo Minervini, l’assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità della Regione Puglia, ha definitivamente distrutto lo “aeroporto cargo” di Grottaglie: come definire altrimenti il suo progetto di trasformare l’enorme sedime dell’ex aeroporto militare di Bari-Palese in un modernissimo aeroporto merci?
Si tratta di un’area vastissima che per le Forze Armate non ha più alcun “interesse aeronautico”; non a caso detta area è utilizzata da anni come campo profughi per l’emergenza immigrati, che potrebbe essere collegata agilmente alla pista del prospiciente aeroporto passeggeri di Bari senza limitarne l’operatività.
 Il progetto di Guglielmo Minervini per affondare le aspirazioni di Grottaglie è chiaro: da un lato, attraverso la sua “controllata” Aeroporti di Puglia, non fare niente da anni per realizzare le infrastrutture che servono per trasformare lo scalo tarantino in aeroporto cargo e, dall’altro, creare a Bari-Palese un grande aeroporto merci affossando così le residue speranze di Grottaglie.
 Il tutto in spregio al Piano dei trasporti regionale, che assegna a Grottaglie il ruolo di aeroporto cargo, e limitando significativamente quella intermodalità logistica che è il presupposto indispensabile per il decollo definitivo del porto di Taranto.
I fondi per l’operazione? Non essendoci nelle disastrate casse regionali soldi, Minervini ha pensato bene di chiederli – ben 19 milioni – direttamente allo Stato inserendo la trasformazione dell’ex area militare di Bari-Palese nel maxi Piano Sud per le infrastrutture, presentato ad agosto, il cui finanziamento da parte del CIPE è stato approvato dalla Corte dei Conti giovedì scorso.
Per la cronaca: dei cinque interventi chiesti dalla Giunta Vendola per il potenziamento degli aeroporti pugliesi (uno per Foggia e due rispettivamente per Bari e Brindisi), nessuno è a favore di Grottaglie!
La cosa paradossale è che questa operazione è stata realizzata con l’assoluto silenzio dello unico assessoreregionale tarantino, nonchè dei cinque consiglieri regionali jonici di maggioranza.
Dobbiamo immaginare una generale levata di scudi per difendere lo sviluppo dell’aeroporto di Grottaglie: se consentiremo che nei prossimi mesi Aeroporti di Puglia continui a non fare niente per trasformarlo in scalo cargo, quando i Baresi avranno creato il loro aeroporto merci a Bari-Palese sarà poi troppo tardi. Ciò comporterebbe, inoltre, il depotenziamento del nostro Porto le cui merci, ob torto collo, saranno lavorate – guarda caso- proprio a Bari (come al solito!).
La nostra economia avrà così perso un altro treno, o meglio dire, un altro aereo per il suo sviluppo futuro».

Oggi su Facebook gruppo "Aeroporto Taranto", ricevo il seguente messaggio da Alfredo CERVELLERA:
X Mimmo De Padova. Oggi nel corso della discussione del Bilancio regionale ho sollevato, come primo firmatario insieme ai colleghi tarantini, la discussione sull'Aeroporto di Taranto Grottaglie con un emendamento. Abbiamo ottenuto un risultato concreto: l'Assessore Minervini si è impegnato a portare entro e non oltre il prossimo mese un Piano di Sviluppo per l'Aeroporto di Grottaglie in Commissione Trasporti. Ho preso atto di questo impegno ufficiale e pur rivolgendo una reprimenda all'assessore per l'inerzia dimostrata fino ad oggi ho accettato di trasformare l'emendamento in raccomandazione al Governo regionale. Ho anche chiarito che riporterò la discussione in Consiglio Regionale nel caso di inadempienza da parte dell'Assessore.

Questa la mia risposta ad Alfredo CERVELLERA:
C. mo Alfredo Cervellera, ti ringrazio per l'informazione e ti confermo la mia massima fiducia nella tua persona (è un anno che ...lavoriamo insieme con gli altri tuoi colleghi consiglieri), però, vorrei mettervi in guardia nei confronti di AdP e MINERVINI, i quali perseguono un obiettivo preciso (più volte denunciato da Arnaldo Sala).
I sigg. hanno già stanziato più di 100 milioni per l'aeroporto di Brindisi, 1 milione e mezzo x Foggia (dopo che MINERVINI ha più volte detto che il Gino Lisa è fallimentare), mentre x Taranto solo dichiarazioni d'intenti.
Ti ricordo che il 27/09 u.s. hai fatto approvare un ODG che impegnava AdP allo sviluppo di Grottaglie, da allora non è successo nulla, anzi, da vari operatori del settore veniamo a sapere che AdP continua a dire che Taranto è chiuso!!!!!!
Ti chiedo, quanto ancora dobbiamo aspettare? Vogliamo continuare a farci prendere in giro?
Foggia insegna; bisogna fare la voce grossa (anche interpellando la Magistratura e la Corte dei conti, che è stata già allertata).
La riscossa di Taranto potrebbe anche partire da quì, dallo smascheramento di questo ...inciucio.
Vogliamo da subito, lo spostamento di alcuni voli da Brindisi a Taranto (fermo restando: Roma e Milano), che si blocchino i finanziamenti per l'ampliamento dell'aeroporto di Brindisi (in questi tempi di sacrifici, è uno schiaffo alla miseria), e possibilmente le dimissioni di MINERVINI e DI PAOLA x incapacità (vedi le previsioni di traffico sbagliate e i milioni erogati a compagnie aeree fallite).
Buon lavoro e auguri a te e ai tuoi colleghi.

2 commenti:

  1. Sono un grottagliese che crede in quello che questo movimento persegue strenuamente. Coraggio! Ci riuscirete!

    RispondiElimina

chi lascia un commento si assume la responsabilità di quello che scrive.